Home  
  
  
    Smetti di fumare
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Smetti di fumare

(1/10)

È il principale fattore di rischio evitabile. In Italia il fumo è responsabile di quasi 80.000 decessi per tumore ogni anno (ovvero di un terzo delle morti)1. Il rischio è riconosciuto per i fumatori attivi, ma anche pe i fumatori passivi. Quasi 1100 decessi prematuri all’anno sarebbero riconducibili al tabagismo passivo in Italia, e quasi 600.000 nel resto del mondo2.

Il fumo è responsabile del 90% dei tumori al polmone e di oltre il 50% dei tumori delle vie aereo-digestive superiori (bocca, laringe, faringe, esofago). Aumenta inoltre i rischi di tumori alla vescica, al pancreas, alle vie urinarie, ai reni, all’utero, allo stomaco, alle ovaie, al colon, al retto e alcune leucemie. Potrebbe essere inoltre un fattore di rischio per il tumore al seno1.

Il fumo di sigaretta contiene circa 4800 prodotti chimici, di cui circa una sessantina sono riconosciuti come cancerogeni (benzene, arsenico, cromo, catrame…). Ma il rischio di tumore è stabilito anche per le modalità di consumo diverse dalla sigaretta (tabacco da annusare o da masticare). Il tabacco “senza fumo” contiene 28 sostanze chimiche identificate come cancerogene. Queste modalità di consumo favoriscono soprattutto la comparsa dei tumori alla bocca e al pancreas1.

Il primo gesto di prevenzione per limitare i rischi di tumore resta dunque quello di non fumare, o di smettere. Il ricorso sempre più frequente alla sigaretta elettronica come mezzo di svezzamento dal fumo è ancora oggetto di discussione riguardo alla sua innocuità.

1Fonte: Istituto Nazionale del Cancro
2Fonte: Organizzazione mondiale della Salute (OMS), “Fumo passivo: fatti e cifre” (galleria fotografica consultabile online)

Newsletter