Home  
  
  
    La vitamina C
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La vitamina C

(7/10)

Scoperta nel 1928 nel succo di limone e poi nella paprica, la vitamina C viene sintetizzata artificialmente dal 1933. Veniva allora somministrata alle persone che soffrivano di scorbuto, di malattie infettive, di anemia...

Oggi, viene sempre consigliata come prevenzione delle infezioni dell’apparato ORL o dopo un’influenza.
Ma se all’inizio del 20° secolo procurarsi frutta e verdura era difficile, oggi è un’altra storia. Ingerire 500g di frutta (soprattutto agrumi) e verdure al giorno basta per soddisfare il fabbisogno quotidiano di vitamina C(1) dell’organismo. Questo fabbisogno aumenta nelle situazioni seguenti: infezioni, fratture, cure anticancro, tabagismo ecc. Prendere 1g di vitamina C per 2 settimane stimolerebbe il sistema immunitario e favorirebbe, secondo alcuni studi(2), la guarigione. Ma questa raccomandazione raddoppia la dose di sicurezza consigliata, che è di 500mg/giorno.
I rischi che si corrono consumando troppa vitamina C non sono enormi, in quanto, se si supera la dose necessaria all’organismo, la vitamina C viene eliminata nell’urina. Detto questo, in alcune persone, un eccesso di vitamina C può provocare dolori di stomaco, diarrea e calcoli renali.

Dove trovare la vitamina C? Leggi il nostro articolo sugli alimenti più ricchi di vitamina C.

 

1- Anses: vitamina C o Acido ascorbico

2- Centro delle scienze della salute dell’università del Texas, meeting del 60° compleanno dell’Accademia americana dell’allergia, l’asma e l’immunologia, marzo 2003. 

Caricamento ...
Newsletter