Home  
  
    Come evitare la morte improvvisa del lattante
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato
  • SIDS: far dormire il bebè a pancia in su
  • SIDS: non caricare il lettino
  • SIDS: non surriscaldare la cameretta del bebè
  • SIDS: no alla nanna con mamma e papà
  • SIDS: preferire il seno al biberon
  • SIDS: tenere il piccolo in posizione verticale dopo il biberon

Morte improvvisa del lattante: 10 gesti da adottare per evitarla

La sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS) è la morte improvvisa e inaspettata del neonato che colpisce i bambini nel primo anno di vita e che rappresenta a tutt'oggi la prima causa di morte dei bambini nati sani. Nel 90% dei casi, la morte improvvisa del lattante sopraggiunge prima dei 6 mesi, con un'incidenza maggiore tra il secondo e il quarto mese dalla nascita.

Occorre distinguere la sindrome della morte improvvisa del lattante (SIDS) dalla morte improvvisa e inaspettata del lattante (SUID), che comprende tutte le morti, senza tener conto della causa che ha condotto al decesso. La prima (SIDS) sopraggiunge in un neonato considerato in buone condizioni di salute, ma nel quale uno o più fattori di rischio avrebbero potuto destare preoccupazione quando era in vita, tra cui reflusso, prematurità, naso tappato, sovrappeso e così via. La seconda (SUID) sopraggiunge in un neonato che non presentava antecedenti; rimane un evento inspiegato anche dopo un'indagine approfondita, comprensiva di un dettagliato esame delle circostanze e del luogo dove è avvenuta la morte, della revisione della storia clinica e di un'autopsia completa. 

In assenza di un sistema di rilevazione omogeneo, in Italia non esistono dati nazionali sull'incidenza del fenomeno; in passato, è stata calcolata nell'ordine del 1-1,5‰ dei nati vivi, ma è attualmente in netto declino per la maggior attenzione nel coricare i neonati in posizione supina. Ora è stimabile intorno allo 0,5‰, ovvero 250 nuovi casi di SIDS/anno (N.d.T. informazioni disponibili su http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=1923&area=saluteBambino&menu=nascita). Alcuni semplici gesti diffusi dai medici e dalle campagne di prevenzione hanno contribuito alla riduzione del numero di casi. Le spiegazioni del Dr. Arnault Pfersdorff, pediatra neonatologo.

Annabelle Iglesias 

Fonti

- Intervista al Dr. Arnault Pfersdorff, pediatra specialista in neonatologia.

- Mort subite du nourrisson : conseils de prévention, Società francese di pediatria, 2005 (disponibile online).

Leggi anche:

Neonati: le anomalie dei piedi più diffuse

I massaggi per il tuo bambino

Perché stimolare il gattonamento?

Fai il test: Che mamma sei?

Caricamento ...
Newsletter