Home  
  
  
    La dieta Ongaro
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La dieta Ongaro

(8/11)

Il potere curativo che il cibo può avere sulle persone è grande. Da questa considerazione nasce “Mangia che dimagrisci”, Piemme editore, libro scritto dal dott. Filippo Ongaro, esperto di medicina preventiva e anti-aging. Il suo, come recita il sottotitolo dell’opera, è “un metodo rivoluzionario per perdere peso e guadagnare in forma e salute”.

Pro

Intende fornire una guida chiara, scientifica e pratica su come cambiare la cultura alimentare e rapportarsi con gli alimenti sani. La parola magica è qualità dei cibi, aspetto di cui si occupa la nutrigenomica. Una buona lettura per una riflessione sul rapporto tra cibo e stile di vita; come dire, grazie a un approccio nutrizionale corretto, si ritrova la linea in maniera piacevole e cosciente.

Contro

Già in copertina è definito un “metodo rivoluzionario” ma, leggendo bene, si scopre che c’è poco di rivoluzionario. I consigli suggeriti richiamano le linee guida generali della sana alimentazione. Il dottore Ongaro non propina ricette miracolose, consiglia però piatti nutrienti e sani. Il dimagrimento, infatti, non si otterrà in maniera immediata, così come desidera chi mira solo a buttar giù peso. 

Alimenti

Regime alimentare che non prevede la conta delle calorie ma fa attenzione alla qualità degli alimenti che si consumano. Il consiglio è quello di mangiare molta verdura, cereali integrali e proteine a ogni pasto. Importante l’assunzione di grassi omega 3 e la limitazione del sale. Vanno eliminati i cibi al alto indice glicemico, così come le bevande zuccherate, il latte e derivati e le carni grasse. Sì agli oli vegetali. Per un pasto ottimale, Ongaro suggerisce di suddividere un piatto in tre parti: una metà è dedicato alle verdure, un angolo alle proteine e uno ai cereali integrali.

Voto: 6- /10

Giudizio quasi sufficiente. Non bisogna eliminare categorie di cibo (come latti e derivati) se non si è intolleranti. Ottimo il consiglio di non bere bevande zuccherate ed evitare le carni grasse.

Caricamento ...
Newsletter